1.4.06

Canone in_versi

Sisina

Imaginez Diane en galant équipage
Parcourant les forêts ou battant les halliers
Cheveux et gorge au vent, s'enivrant de tapage
Superbe et défiant les meilleurs cavaliers!

Avez-vous vu Théroigne, amante du carnage,
Excitant à l'assaut un peuple sans souliers,
La joue et l'oeil en feu, jouant son personnage,
Et montant, sabre au poing, les royaux escaliers?

Telle la Sisina! Mais la douce guerrière
A l'âme charitable autant que meutrière;
Son courage, affolé de poudre et de tambours,

Devant les suppliants sait mettre bas les armes,
Et son coeur, ravagé par la flamme, a toujours,
pour qui s'en montre digne, un réservoir de larmes.

***
Immaginate Diana in un corteo galante
Pecorrere foreste o battere le macchie,
Capelli e seno al vento, ebbra di strepito,
Superba mentre sfida i migliori cavalieri!

Avete visto Théroigne, amante del massacro,
Che eccita all'assalto un popolo ch'è scalzo
La gota e l'occhio in fuoco, che interpreta il suo ruolo,
E affronta, spada in pugno, reali scalinate?

Così è Sisina! Ma la dolce amazzone
Ha l'anima indulgente così come assassina

Il suo coraggio, acceso da polvere e tamburi,

Davanti ai supplicanti sa metter giù le armi
E il cuore suo, preso in fiamme, ha sempre
Per chi se ne mostri degno, una riserva di lacrime.


[Charles Baudelaire, traduit en façon pas approprié par Maat]

7 commenti:

Anonimo ha detto...

il cuore suo preso in fiamme..che brividi..sempre così,e non c'è altro modo di essere..a volte sono stanca,a volte sembra che non ne abbia mai abbastanza..croce e delizia

andatevene nani,per la mia rabbia mi servono giganti!

mah..fortunatamente venere smetterà di essere in opposizione da questa settimana..

Maat ha detto...

Sapevo che mi avresti capita.

U angu ndugu, pia wewe...

Ismaele ha detto...

Anche io, nel mio piccolo, qualcosa l'ho capita porca pupazza!

Te vegjel o gjenial,
te mohuar nga bota ne fame,
i perkasim gjithesise edhe ne.

Fale minderit Votra
dhe jeta te lumtur,
Ismaele.

Maat ha detto...

Kursè, përkasnë këtij gjthësive, dhe të tjèrët, sespè nuk flemë... kurrë.

Kwa ingi hivi taksiri na kwa heri, Ismail, bado na zaidi!
Maat

Ismaele ha detto...

Ora mi è tutto chiaro.
Certo. Lo so... ;-)
Ma volendo far capire anche agli altri, perchè non ce lo metti pure in italiano???

E dashur, non tutti parlano sqhip come noi...

Në puthjië,
Ismail

Maat ha detto...

Sì, ma mica ho cominciato io ;)

Riassunto delle puntate precedenti:

Ismaele ha detto:
Te vegjel o gjenial,
te mohuar nga bota ne fame,
i perkasim gjithesise edhe ne.


Che vuol dire (parola più parola meno ^^):
Piccoli o geniali,
pur negati dal mondo alla fama
apparteniamo all'universo anche noi.


Maat ha detto poi:
Kursè, përkasnë këtij gjthësive, dhe të tjèrët, sespè nuk flemë... kurrë.

Che vuol dire, al netto di errori:
Invece, appateniamo a questo universo, e agli altri, perchè noi non dormiamo... mai.

Infine, Maat ha detto, in kiswahili, alla fiammeggiante anonima:
Sei mia sorella anche tu...

e all'Ismaele di cui sopra:
Con tanti errori e con felicità*, Ismail, ancora e sempre più!

Soddisfatta la vostra curiosità?
Maat

* "con felicità" è la traduzione letterale di "kwa heri", che è il saluto di commiato della lingua swahili. Dunque, si traduce spesso con "arrivederci" o "addio".

Ismaele ha detto...

mirë.
Tanì, un jam i shendosh dhe i gëzuar!!!

(bene.
Adesso, sono sazio [ma anche obeso o grosso] e felice!!!)

Pr.
mir, un iam i scendòsc de i ghesùar!!!