10.4.06

Ho scelto un'altra scuola: son bombarolo!


Premetto che questo post è scritto mentre i risultati delle elezioni non sono ancora disponibili, appena dopo una tardiva visita allo sportello 35 del seggio a me preposto.
Ho fatto il mio dovere.
Non avevo mai scritto di politica qui su. Me lo avevano impedito la mia scarsa cultura sull'argomento e la mia debole capacità di discernimento, ma tant'è. Oggi sono stata cittadina votante nonostante il mio desiderio di un personale silenzio elettorale, poichè stavolta le due per me pari sono.
Volevo giusto portare alla luce il mio personale timore per queste elezioni. Per prima cosa, votare a sinistra per vedere Prodi sostituirsi a Berlusconi mi sembra davvero un controsenso* ed un insulto al mio buongusto.
Ciò che non riesce a lasciarmi dormire tranquilla è, come sempre, accorgermi che si sta facendo del manicheismo bello e buono. Che c'è un cattivo, e tutti gli altri santi, poeti, filosofi e professori. E io non accetto questo anche solo per la legge dei grandi numeri.
Mi spaventa, soprattutto, chi sbandiera la presunta mancanza di informazione sulle schifezze nascoste dietro il governo dello Smemorato di Cologno: io dico che mai sono circolate, in un modo o nell'altro, notizie di tanti tipi sui (solo presunti o anche fondati che siano, non fa differenza alcuna!!) traffici del Nano Bandanamunito, e che invece mai circoleranno altrettante indiscrezioni sulla persona del Mortazza. Sbaglio?
Siamo, ahimè (e dico ahimè perchè vorrei il contrario), in un paese in cui la sinistra sta meglio all'opposizione che al governo, per il semplice fatto che tutto viene messo a tacere quando così non è. E se ciò fosse a ragion veduta, se cioè si realizzassero effettivi rivolgimenti utili alla nazione e svanissero le annosità connaturate ad essa, ben sarei felice di portare bandiera rossa giorno e notte. Poichè invece a capo di tutto c'è un ex democristiano con più scheletri nell'armadio che libri in biblioteca, poichè gli interessi in gioco sono proprio gli stessi di quell'altro (ma mascherati di certo meglio e quantomeno con un po' meno gusto per il ridicolo), io mollo tutto e mi concedo a un Plasil compresse sublinguali, contro la nausea.

E tuttavia ho votato, ma mai vi dirò come. :D
Anzi: voglio vedere se indovinate. Nessun indizio. Sono sicura che non azzeccherà nessuno.
Buona fortuna...






* per chi c'era ieri nel surreale tragitto post-concerto:
T: «dove vai!? è controsenso!!»
M: «Controsenso, controsenso... in questo posto è tutto un controsenso!»

:D

2 commenti:

sirena1854 ha detto...

Allora.
Ti scrive una che ha,per una volta,obliato il suo anarchismo,e in quella cabina ci è entrata.
Vuolsi così colà dove si puote ciò che si vuole,e più non dimandare.

E intanto soffro perchè fuori il vento fortissimo sbatte il mio narciso.Dovresti vederlo com'è bello,con sei petali bianchi fuori e un cuore giallo sole (Nonostante io odi il giallo,per lui la legge non vale).
E' il primo dei bulbi(che in un gelido febbraio ho piantato)a sbocciare.
Erano tulipani,narcisi e non so cos'altro,ma il primo a far capolino dalla terra è stato un narciso.
Narciso-->Il giovinetto così di sè amoroso da morirne.[Sembra esecrando.Sembra]
Narkè-->narcosi-->dissolvenza.


Una scelta quasi casuale di Matrigna Natura?

Oggi è spuntato un altro bocciolo.Sembrerebbe bianco anch'esso.Ci sono fiori bianchi per me,questa primavera.Chissà se domattina,svegliandomi,lo troverò schiuso...
[Accantonato il massacro,voglia di dolcezze]

Maat ha detto...

Cara, i narcisi sbocciano periodicamente per ognuno. Per me, almeno (maledetta la mia tendenza alla cosmicizzazione delle mie subsidenze psichiche).

Sta debolmente riaffiorando il mio, in questi giorni. Inshallah...

Per il momento cerco una violetta africana. Solo per il nome, ovviamente.