13.12.06

Ye olde bookshop

Ah, care vecchie estinte librerie come si deve.
Alla facciaccia della nuova Feltrinelli, della nuova Laterza e in breve di tutta la nuova commercialissima feccia multicolor che ha invaso questa città.

Oggi sono stata dalla Palomar. Ho chiesto se avessero il libro che cercavo. Hanno guardato sul pc (ok, piccola concessione all'era moderna) e c'era. Ma dove? Settore A1, edizioni Tea. Niente. Cerchiamo qui. Oppure qui. Può essere di qua: no, non c'è. Ma ci dev'essere. Qui? no. Eppure...

Insomma, un quarto d'ora noi e i due librai a dividerci i settori in cerca di 'sto Fiedler benedetto.

E poi, alla fine, trovato. Al piano di sotto!

Vive la vie,
Maat

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Ah, chissà se vive ancora il mio antico libraio sulla Tuscolana, capace di scovare un bel po' di roba impensabile nel suo antro (ovviamente penso che il computer gli fosse del tutto sconosciuto... :D ).

Jack Frusciante ha detto...

Toglimi una curiosità... quando compri un libro odori prima le pagine ? Controlli se ha le quinterne ? SONO DAVVERO L'UNICO ? ;-) Sono entrato alla Mondadori tempo fa e di fronte a questi atteggiamenti la commessa è rimasta allibita, purtroppo non siamo stati in grado di trovare un testo che rispondesse a queste prerogative ;-) (vabbè pure io... alla Mondadori...)

Ismaele ha detto...

Io invece ho trovato mesi fa Asimov nella casetta di Alba (cuccioletta femmina di 1 ano e mezzo).
Mi mancava parte delle pagine centrali, copertina posteriore e un po qui e un po la.
Vale lo stesso???

Comunque è tornato in mio possesso! Con un lieve piacevolissimo odore di terra.

Siate tutti voi lettori accaniti,
Ismaele.

Per la cronoco era "antologia del bicentenaio n.2" dell?urania.

Anonimo ha detto...

mentre leggevo Burroughs stavo seduto sulla tazza e mi è scivolato il libro, ora profuma di urina..

non vi preoccupate l'ho asciugato col phon..

lalogicadelcerchio ha detto...

Una a Trani è meravigliosa per questo :) , con musica jazz di sottofondo

ismaele ha detto...

Nel mio secondo viaggio in Italia, ho camprato dalla Maria del Porto un libro di kerouac che ho mi "strapparono" via alla frontiera montenegrina nel lontano '94. Finalmente sono riuscito a completarlo. Grazie Sid...

Vi consigno, inoltre, vi percorrere il passaggio coperto che è accanto all'ingresso della libreria. Sbucherete direttamente in piazza Longobardi con piacevolissimo odor di mare e di cicale appena pescate zampettanti zampettanti...

Siate pescatori di uomini,
Ismaele.

simona ha detto...

li compro solo se le mie narici gradiscono il profumo della carta sfogliata velocemente (solo dopo guardo l'edizione e tutto il resto)
c'è una cosa strana che ho notato alla feltrinelli dell'auchan di casamassima: una sezione dedicata ai "long seller" comelichiamanoloro tra cui brillavano due dei miei libri preferiti (che sinceramente non pensavo catalogabili proprio qui!) mbah
tra un pò si inventeranno pure gli eternalseller..
feltrinelli sempre più ipermercato

ps: cito giannino "anch'io voglio aprire una libreria a bari e chiamarla laterza abbondante"..